VECCHIA MIA

STROFA UNO – TAAVI

piacere mi chiamo Davide
sono la corda che suona, la nota stonata di un piano
tu che mi dici vacci piano io vado più forte
contromano, contro un camion
amo giuro ci ammazziamo
faccio due tiri e viaggio, fra vado lontano
fatto lesso non so neanche dove vado
io che le fumo spesso e vado a spasso col mio drago
mi chiedo cosa ci fai lì da sola all’angolo della tua stanza,
che tiri coca, piangi su una banconota
poi tiri giù tutti i santi per quanto ti senti vuota
bocconi amari che ingoio in continuazione
per quanto tempo io dovrò ingoiarli ancora?
guardo lo specchio per sputarci sopra
sogno vita e casa nuova, bella donna e carta viola

RITORNELLO – ZOMBIE

potremo guardarci e parlare con gli occhi
dimmi cosa nascondi?
due secondi e sono fuori
sono fiori, fioriranno
i nostri cuori sopra il palmo
fanno fatica, in salita affanno
chiudo gli occhi e parto
apro gli occhi è un pianto
come stai? come stai? come stai?

STROFA DUE – ZOMBIE

per me puoi fare come vuoi
puoi restarci accanto chica, puoi farlo anche per sempre
non dirmi mai che non ci credi quanto noi
credici quanto puoi o non farlo per niente
io sto cercando di capire da un po’ il senso della vita
sai, lo capiremo un po’ alla fine
il fine è vivere a mille e dirle infine, grazie dei suoi sorrisi le mattine
poi fatti viaggi straordinari sulle navi che ti ho dato
supera ogni orizzonte col sole in fronte
occhi, isole, ci si confonde, ci si convince che vince il più forte
vorrei dirti che ci sono se mi cerchi mentre fumi
semicerchi ti accarezzano mentre ti guardo e fumo
pssessivi, possessivi, in bilico tra la folla a nasconderci da nessuno

RITORNELLO – ZOMBIE

potremo guardarci e parlare con gli occhi
dimmi cosa nascondi?
due secondi e sono fuori
sono fiori, fioriranno
i nostri cuori sopra il palmo
fanno fatica, in salita affanno
chiudo gli occhi e parto
apro gli occhi è un pianto
come stai? come stai? come stai?

STROFA TRE – ARDEN

vecchia mia come stai?
io è un po’ di tempo che mi perdo
vedo crollare tutto e a mollare ci penso
ma non m’arrendo pure in mezzo ai guai
resta a fa quello che fai
stai bene dove stai
ma ti prego usa la testa
vecchia mia dove vai?
te l’ hanno detto mai
che la prima gara è quella con te stessa
fatti due tiri è l’ ultima che mi vedi girare
ci siamo fatti male
ci siamo fatti sanguinare
tiri e scende, scende e sale, non è sale
fino a farti completamente svuotare
lascia stare
vecchia mia quando e se parti
ricordati di salutarmi
pure quando sarai solo un ricordo
una sfumatura nel disegno dei miei anni

RITORNELLO – ZOMBIE

potremo guardarci e parlare con gli occhi
dimmi cosa nascondi?
due secondi e sono fuori
sono fiori, fioriranno
i nostri cuori sopra il palmo
fanno fatica, in salita affanno
chiudo gli occhi e parto
apro gli occhi è un pianto
come stai? come stai? come stai?